Uno contro l'altro praticamente nemici



A poche ore di distanza dalla visita del sindaco a Corcolle e dalla distribuzione del relativo video, nel quale palesa il suo dissenso alla realizzazione della discarica provvisoria, arriva la secca risposta della Polverini. In un colpo solo la lady di ferro, che di lady ha solo il nome di battesimo, distintasi per aver scontentato tutti, cittadini e maggioranza, e nota per sua eleganza e diplomazia - un elefante in un negozio di cristalli farebbe meno danni! –, ha defenestrato il primo cittadino di Roma Capitale, dandogli quasi dell’incompetente, e ribadito il pieno sostegno a Pecoraro. Strike.

Alemanno “ci deve dire - afferma la principessa nera al cronista del Messaggero – qual è secondo lui la situazione migliore nell’ambito dei sette siti che abbiamo indicato. Lo ha fatto?”. E ancora, parlando di Pecoraro: “noi (ovvero lei e qualche suo collaboratore, ndr) lo sosteniamo e ci atterremo alle sue dichiarazioni”. E dopo la bordata al sindaco, che sulla questione di Corcolle non ha mai preso posizione, come se la cosa riguardasse un’altra galassia, e l’allisciata al P(p)ecoraro, arriva l’immancabile perla di saggezza, davanti alla quale non sai se piangere o ridere: “Intorno a Villa Adriana ci passa un’autostrada!”

Di solito si dice, tanto perché con i proverbi non si governa, “tra i due litiganti, il terzo gode”, -e che litiganti, sembrano due zitelle sull’orlo di una crisi sessuale - ma qui, purtroppo, non è così, se la vediamo dal punto di vista del popolo. No, il popolo non gode, ma ha un’arma molto importante a suo favore: la protesta e il voto. E userà tale strumenti, io per primo, per fermare questo scempio e cacciare gli incapaci e i cialtroni dalle sedi Istituzionali. Alè.