Trasporti, metroferro e Roma Tpl KO. La forza dei lavoratori


A pochi giorni dal Giubileo, il metroferro Atac continua a lasciare a piedi gli utenti. Mancano i treni. Bocciato dai lavoratori di Roma Tpl l'incontro nella sede Anav

Inizio settimana col botto per gli utenti (e lavoratori) del metroferro: tra Lido e Linea B, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Attese infinite, pendolari furiosi e management di Atac SpA in crisi mistica. Sullo sfondo, la protesta, sacrosanta, degli autisti del Consorzio Roma Tpl scarl. Tutto questo a sette giorni dall’inizio del Giubileo.

Miracolo (a metà) sulla Lido. L’attenzione mediatica di ieri, domenica, ha sortito effetti. A Magliana Nuova, operai e tecnici, compresi quelli dalla CAF, hanno lavorato incessantemente tutta la notte, allo scopo di recuperare altri treni da inserire nell’esercizio. Secondo i bene informati, era presente l’intero stato maggiore della divisione metroferro, visibilmente allarmato. Stamattina sono usciti dal deposito 8 convogli - 2 in più rispetto alle previsione – contro i 12 programmati nei giorni feriali. «Diciamo – precisa un dipende – che è andata bene». In che senso? «In officina hanno fatto un ottimo lavoro – sottolinea -, ma i problemi restano. Non si può garantire il servizio con continue toppe, serve una programmazione adeguata». Plauso agli uomini delle officine, se lo meritano, pernacchie, invece, in stile Totò, ai dirigenti e quadri della divisione, responsabili dello sfacelo.

Metro B in tilt. Se sulla ferrovia c’è stato un certo recupero, sulla linea blue le cose non sono andate per il verso giusto. Da stamane, infatti, il servizio è fortemente rallentato, sempre per la moria dei convogli a disposizione. Attese infinite alle banchina, anche di mezzora, e utenti imbestialisti. «Ritardi – si legge sul sito web di Atac – causa ridotto numero di treni rispetto al programmato». Resa senza condizioni. A quando le dimissioni dell’intera governance del metroferro? Aspettiamo fiduciosi.

La serrata di Roma Tpl. Continua senza sosta la serrata, giustificata, degli autisti di consorzio Roma Tpl scarl, che gestisce, per conto di Roma Capitale, il 20% delle linee di superficie. Siamo all’ottavo giorno, un record nel comparto dei trasporti (quelli di Atac dovrebbero prendere esempio). Forti e compatti, gli autisti del consorzio, da sempre bistrattati e costretti a lavorare in condizioni pessime, non arretrano di una virgola. Le loro richieste sono sacrosante, tant’è che il Prefetto Gabrielli si è rifiutato di precettarli. Stamattina si è svolto l’incontro nella sede dell’Anav tra le Organizzazioni Sindacali e i rappresentanti del Consorzio, relativo ai licenziamenti. «Dopo ampia illustrazione – recita il verbale –, le OOSS hanno espresso la volontà di acquisire ulteriore documentazione al di fine di una compiuta valutazione della questione. In particolare le OOSS richiedono copia dei bilanci aziendali relativi agli ultimi due esercizi, dettagliate informazioni sulla composizione della forza lavoro e sulla sua articolazione nei diversi settori, nonché ulteriori informazioni sulle recenti evoluzioni nel rapporto contrattuale con il committente che hanno determinato la situazione di esubero». E ancora: «L’Azienda prende atto delle suddette richieste e si dichiara disponibile a fornire ogni relativa informazione». «Incontro a vuoto, - dichiara Christian Rosso - con le promesse, le famiglie non mangiano e gli autobus non torneranno a girare». «Sono noiosi e logorroici – gli fanno eco gli autisti -, è solo un modo per prendere del tempo». 



Ecco l’elenco delle Linee bus al momento sospese: 044, 053, 055, 056, 048, 059, 314, 349, 404, 437, 08, 011, 013, 017, 018, 022, 023, 024, 025, 027, 028, 030, 031, 032, 035, 036, 037, 039, 040, 041, 042, 050, 051, 053,054, 056, 057, 066, 078, 086, 088, 135, 146, 213, 218, 226, 235, 339, 340, 343, 344, 441, 444, 445, 447, 502, 503, 505, 543, 546, 548, 552, 557, 657, 660, 663, 665, 701, 702, 710, 711, 720, 721, 763, 764, 767, 771, 775, 777, 778, 787, 789, 808, 889, 892, 907, 908, 912, 914, 982, 985, 992, 993, 998, 999, 013D, 701L, 703L, C1, C19. Solo due girano, la 049 e la 055. Alé.
   David Nicodemi