Ultim'ora: Roma-Giardinetti, sì alla riapertura

L'Assemblea Capitolina vota all'unanimità l'Ordine del Giorno che impegna l'Amministrazione a riaprire la linea fino a Giardinetti

Con 36 voti favorevoli e zero contrari/astenuti, l’Assemblea Capitolina ha licenziato questo pomeriggio, 26 luglio, l’Ordine del Giorno presentato dal centrosinistra, che impegna l’Amministrazione ad «attivare tutte le iniziative svolte a ripristinare l’attuale tratto temporaneamente sospeso da Centocelle a Giardinetti e rendere nuovamente usufruibile dai cittadini la linea tranviaria [ferroviaria ndr] da Roma Laziali a Giardinetti».

L'ordine del Giorno 
A quasi un anno dalla sospensione dell’esercizio di quella tratta – 3 agosto 2015 -, decisione presa da Atac SpA, incredibilmente avallata dalla Regione Lazio, proprietaria dell’infrastruttura, si torna a parlare, in via ufficiale, del destino della Giardinetti, ferrovia che, nonostante il pessimo trattamento riservatole a fronte dei cospicui corrispettivi (km/treno) che fa incassare all’Azienda, continua ad avere una sua funzione, vitale, nella mobilità della Casilina. Definirla un «doppione» della Linea C è stato un grossolano errore, perché questa linea, se adeguatamente ammodernata, potrebbe collegare i quartieri lasciati isolati dalla metropolitana, come Tor Vergata. Il progetto c’è.





Esito votazione dell'Ordine del Giorno
«Considerato che con la ferrovia Roma Laziali – Giardinetti», recita l’importante Ordine del Giorno votato all’unanimità, «è possibile raggiungere i seguenti luoghi di interesse: Piazza Vittorio, Porta Maggiore, Pigneto, Torpignattara, Parco di Villa de Sanctis; le catacombe dei santi Marcellino e Pietro, il Mausoleo di Elena ed il Parco Archeologico di Centocelle» e premesso che «dal 3 agosto 2015 la linea è stata limitata a Centocelle, in attesa della costruzione del capolinea definitivo allineato alla stazione Parco di Centocelle della Metro C», «l’Assemblea Capitolina impegna la Sindaca di Roma e gli Assessori competenti per materia ad attivare tutte le iniziative volte a ripristinare l’attuale tratto temporaneamente sospeso». Una boccata di ossigeno. Alé.

   David Nicodemi