Atac, l'identikit del nuovo amministratore Fantasia

Parla Delio, fratello del manager, chiamato dalla Raggi a ricoprire il delicato ruolo nella municipalizzata. "Siamo una famiglia di 10 fratelli. Sono sicuro che farà un buon lavoro"

Il nuovo amministratore unico di Atac SpA, Emanuel Fantasia è un «tecnico di livello europeo e non è un raccomandato. Ha inviato il curriculum e lo hanno preso». A dirlo è Delio Fantasia, il fratello, sindacalista Cobas e noto politico di Formia, ex-Rifondazione Comunista oggi convinto militante del M5S, nella lunga intervista rilasciata ieri, 7 settembre, ai microfoni del quotidiano Nuovo Latina Oggi.

Scorrendo l'articolo, si scopre che la famiglia Fantasia è composta da 10 fratelli e che il padre, costruttore, è volato negli anni Cinquanta in Venezuela, «dove le imprese del settore erano richieste». «Mio fratello Manuel è nato lì», aggiunge, «ma a quattro anni è tornato a Formia con la famiglia e ha frequentato la scuola qui, poi la carriera che conosciamo e ora è stato chiamato in questo difficile ruolo in Atac, ma lui è bravo e sono certo che farà bene». «Sono l’unico operaio, e pure sciroccato», sottolinea Delio, che lavora presso lo stabilimento Fiat di Cassino: «Atac si porta dietro l’errore che ha contraddistinto tutti i carrozzoni italiani degli ultimi anni, è piena di debiti e di conflitti interni».

Di una cosa è certo: «oggi il conflitto sociale si consuma proprio nel settore dei trasporti, l’unico posto dove ancora si fa sciopero. Mi metto nei panni dell’amministratore e fossi in lui la prima cosa che farei sarebbe quella di trasferire la competenza sulla gestione del personale al direttore generale». Se lei fosse un sindacalista Atac? Cosa direbbe adesso? «Mi preoccuperei», risponde, «perché credo che con la gestione del Movimento 5 Stelle si proverà a rimettere in sesto i conti dell’Azienda a discapito dei lavoratori. Poi se le cose dovessero andare bene si potrà chiedere a mio fratello qualche consiglio da applicare ai nostri carrozzoni tipo Formia Rifiuti Zero e Acqualatina o Latina Ambiente dove gli amministratori prendono molto più di Manuel, ma non perché lui non venga pagato bene, semplicemente perché gli altri vengono pagati troppo». Alé.
   David Nicodemi