Faisa-Confail all'attacco, nella bufera l'AU di Atac Fantasia

Il segretario regionale De Francesco critica aspramente le dichiarazioni di Delio Fantasia, fratello dell'Amministratore di Atac: "Scioccati, il Campidoglio smentisca"


Il Faisa-Confail non ha gradito le esternazioni di Delio Fantasia, sindacalista della Cobas e attivista del M5S a Formia: «La O.S. è scioccata», recita la nota, al vetriolo, del Segretario regionale Claudio De Francesco, «dopo aver appresso dal blog di David Nicodemi, le dichiarazioni del fratello dell’Amministratore unico [di Atac SpA ndr], l’ingegner Manuel Fantasia».

A finire sulla graticola il passaggio dell’intervista, rilasciata al quotidiano Nuovo Oggi Latina e ripresa dal Blog, in cui Delio, incalzato dal giornalista - «Se lei fosse un sindacalista Atac? Cosa direbbe adesso?» - ha risposto: «Mi preoccuperei, perché credo che con la gestione del Movimento 5 Stelle si proverà a rimettere in sesto i conti dell’Azienda a discapito dei lavoratori».

Parole che hanno scatenato le ire del segretario De Francesco. «Da ciò si deduce», continua il comunicato stampa, «che la confusione di questi giorni, con il taglio delle linee di superficie, è stata creata ad arte per giustificare l'eccedenza di Personale? Quindi, non si rispetta il Contratto di Servizio per rendere appetibile Atac a qualcuno?  A chi è stata promessa la svendita di Atac? Quindi, anche la mancata manutenzione dei mezzi, fa da parte del piano? Purtroppo Questo film lo abbiamo già visto ai tempi dell'ex sindaco Marino, che screditava i lavoratori, mettendoli alla gogna dei cittadini e facendo credere ai romani che in Atac non funzionava niente e che sarebbe stato meglio privatizzarla».

Fantasia, ma stavolta Manuel, sarebbe stato contattato telefonicamente da un altro giornalista, che, stando alle indiscrezioni, gli avrebbe chiesto un suo commento sulla vicenda. Ma l’ingegnere, evidentemente infastidito, avrebbe dapprima glissato e poi riagganciato.

«Ora la scrivente chiede alla Sindaca di Roma Capitale, all'Assessore alla Città in Movimento [Meleo ndr] e al Presidente della commissione Mobilità [Stefàno ndr] di chiedere una verifica di quanto dichiarato dal Fratello dell'ing. Fantasia, e di smentirlo subito per il bene dei lavoratori nonché dei cittadini romani, i quali stanno subendo dei forti disagi».

«Infine», conclude la nota della Faisa-Confail, «la scrivente vuol capire se questa Amministrazione tiene ai propri lavoratori e cittadini, o fa più comodo creare operazioni populistiche per aizzare gli uni contro gli altri senza risolvere mai il problema? Non vorremmo che la frase del Filoso Avram Noam Chomsky abbia colto nel segno, "Questa è la strategia standard per privatizzare: togli i fondi, ti assicuri che le cose non funzionino, la gente si arrabbia e tu consegni al Capitale privato”». Alé.  

   David Nicodemi