Spari su un treno della Giardinetti. Nessun ferito


Un convoglio, regolarmente in servizio, è stato raggiunto da un colpo di pistola, sparato tra Ponte Casilino e Porta Maggiore. Indagini in corso


Momenti di terrore ieri sera, 16 febbraio, su un treno della Giardinetti diretto alla stazione di testa Roma Laziali, a causa di un colpo di arma da fuoco con una pistola di piccolo calibro, sparato contro la fiancata destra della carrozza centrale. Nessun ferito tra i passeggeri, ma la paura è stata ovviamente molta.

Sono passate da poco le 20 quando tra le fermate Ponte Casilino e Porta Maggiore, dove i convogli procedono a passo d’uomo (massimo 10 Km/h) per via del famigerato rallentamento, diventato parte integrante delle percorrenze, si sarebbe consumato il criminale gesto. Un attimo di pura follia, una manciata di secondo assurdi, le cui conseguenze sarebbero potute essere peggiori. Ma per fortuna che il proiettile ha soltanto forato e crepato il vetro, senza causare feriti e ulteriori danni al convoglio. Immediato l'intervento delle Forze dell'Ordine, allertate dal personale Atac, una volta fatti scendere gli utenti. 


Giunto al deposito di Centocelle, il complesso (EM 422) è stato sottoposto agli accertamenti di rito, condotte dagli agenti della Polizia, coadiuvati dagli uomini della scientifica. Secondo le prime indiscrezioni, il colpo sarebbe stato esploso da una pistola calibro 22 e presumibilmente, data la traiettoria, dall’interno della stessa vettura. Ipotesi che dovrà essere però confermata dalle indagini, tutt’ora in corso. Alé.