Finocchio, istituita la nuova linea 052 (finalmente!)

Dopo peripezie inesauribili, il 20 marzo partirà l'esercizio della nuova linea Circolare, tanto attesa dagli abitanti del Consorzio Colle Aperto

Salvo ripensamenti dell’ultima ora, il 20 marzo partirà l’esercizio della nuova linea bus 052, concepita per collegare la stazione Metro C Pantano con il Consorzio Colle Aperto, compreso tra via di Rocca Cencia e via della Borghesiana (Municipio Roma VI). Finalmente, dopo peripezie inesauribili e una quintalata di appelli da parte degli abitanti, il versante uscirà dall’isolamento atavico e rognoso, sempre che il numero delle vetture programmate, piccolo inciso, sia tale da soddisfare le reali esigenze del territorio. Ma questa è un’altra storia.

La lieta notizia si evince dalla Disposizione Operativa Atac n. 63 emessa lunedì scorso, 6 marzo, a firma del Direttore dell’Esercizio della Divisione Superficie, l’ingegner Cesare Mazzola: “A decorrere dal 20 marzo 2017”, recita il documento, “a seguito della richiesta del Dipartimento Mobilità e Trasporti di Roma Capitale, come disposto dall’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità, verrà istituita la linea 052 a servizio della zona della Borghesiana”.

Sarà una linea di adduzione Circolare, gestita da Atac SpA, con un’estensione totale di 8,350 Km. Nella parte iniziale condividerà il percorso, e le fermate, con lo 055, quindi svolterà su Via Sellia, lasciandosi alle spalle la Rocca Cencia, per poi proseguire su Via Cessaniti, Via Nardodipace e Via Condofuri, rese a senso unico per agevolare il passaggio degli autobus. Terminato il giro interno, nel cuore del Consorzio Colle Aperto, tornerà sulla Sellia e ripercorrerà il tracciato a ritroso sino alla stazione MC Pantano.

Allo stato attuale, appare doverosa l’ottimizzazione della segnaletica stradale nell’intersezione Sellia/Condofuri, laddove sono stati istituiti gli “stop” sulla prima per dare la precedenza ai bus. Necessario, inoltre, un intervento sulla via Sellia stessa, per alleviare, o eliminare del tutto, le sconnessioni presenti sul tappetino, indigeste alle sospensioni delle vetture aziendali quanto alla spina dorsale degli autisti. Alé.  
   David Nicodemi